SisalPay, 10 anni di crescita nei pagamenti digitali in Italia e una nuova carta prepagata

Il brand del Gruppo Sisal tra i leader del settore. Il primato delle transazioni con la pubblica amministrazione: dall’inizio del 2019 sono state in totale oltre 53 milioni con un aumento record del 443%

Una carta prepagata Mastercard contactless dotata di iban emessa da Wirecard Card Solutions: con questo nuovo prodotto SisalPay il brand dei servizi e dei prodotti di pagamento del Gruppo Sisal, entra in un mercato in continua crescita completando e rafforzando l’offerta integrata del Gruppo nei sistemi di pagamento a supporto dell’innovazione del Paese avviata da 10 anni. La Carta Prepagata SisalPay – comoda da utilizzare e sicura – si aggiunge così al “portafoglio digitale” che nell’arco un decennio ha visto lo sviluppo – partendo da una star-up interna – del canale di prossimità. Un processo verso la “cashless society” del futuro con un investimento di 60 milioni di euro, le cui tappe sono state spiegate da Emilio Petrone, ceo del Gruppo Sisal e da Francesco Maldari, responsabile Payments and Services.

Crescita di SisalPay confermata dalle cifre. Si è passati infatti da 1,4 miliardi di euro di transato nel 2008 a 10,2 miliardi nel 2018 (il 22% in più all’anno in media), oltre 500 prodotti e servizi per i cittadini, una rete di 40mila punti vendita sul territorio nazionale. In Italia il valore del comparto dei pagamenti si attesta a quota 654 miliardi di euro: i prodotti di consumo rappresentano il 54% del totale, i servizi il 37% , tasse, tributi e sanzioni il 9%. Nel 2018 i pagamenti con carta sono ulteriormente aumentati fino a 240 miliardi di euro (il 37% dei pagamenti delle famiglie italiane), con una crescita del +9% rispetto al 2017. E se il contante mantiene il primato con l’86% delle transazioni ed più del 52% del volume di transato, nei prossimi anni si prevede che il cashless possa fare il sorpasso sul contante entro il 2022 grazie all’utilizzo sempre più esteso di carte e wallet digitali. Un trend superiore alla media europea – 69,6 transazioni pro capite all’anno – che indica come sia elevato il margine di sviluppo dell’utilizzo delle carte del nostro Paese , che vede ai primi posti della classifica continentale Danimarca, Svezia e Regno Unito, con oltre 300 transazioni pro capite all’anno.

“In questi anni abbiamo sviluppato nuove strategie puntando sull’innovazione, la ricerca e la tecnologia al servizio del cittadino costruendo un rete di servizi di pagamento sul territorio e per il cittadino che rappresenta un modello unico nel suo genere in base al concetto americano dello one stop shop: dare la possibilità di usufruire di tanti servizi sotto casa, anche dove, penso ai piccoli centri, non c’è servizio bancario o postale a portata di mano – spiega Emilio Petrone -. E gli italiani hanno accolto con soddisfazione questa opportunità, come gli esercenti perché SisalPay genera traffico ulteriore di clienti nei loro punti vendita”.

L’offerta di pagamenti SisalPay, utilizzata da oltre 15 milioni di italiani, è anche il canale preferito per dialogare con la pubblica amministrazione grazie a pagoPA: secondo i dati ufficiali di Agenzia per l’Italia Digitale, infatti, 1 pagamento su 4 (28%) avviene sulla rete SisalPay e dall’inizio del 2019 il numero di transazioni totali pagoPA ha superato i 53 milioni, un tasso di crescita record del 443% rispetto allo stesso periodo nel 2018 (teamdigitale.governo.it/it/projects/pagamenti-digitali.htm). Il recente Rapporto Cashless Revolution 2019 stilato dalla Community Cashless Society di The European House Ambrosetti ha stimato i benefici attivabili dalla piena diffusione di pagoPA in 375 milioni di euro all’anno, per il Sistema Paese. Attraverso i punti vendita e i canali digitali che ogni anno gestisce oltre 200 milioni di transazioni, SisalPay ha contribuito nel suo complesso al cambiamento delle abitudini di acquisto delle persone, dal contante a strumenti tracciabili, con un volume di transazioni in moneta elettronica pari ad oltre il 30% del totale.

La Carta SisalPay, che si utilizza per pagamenti on line e off line, è facile da utilizzare perché è pensata tenendo conto delle abitudini dei consumatori e della massima semplificazione oltre a essere la più conveniente del canale di prossimità: p Per chi non ha conto corrente o vuole comprare online con il massimo della sicurezza, mettere da parte i soldi per un progetto, viaggiare in sicurezza con un plafond definito, inviare o ricevere denaro, per chi non ha mai attivato una carta.

Si attiva gratuitamente in pochi minuti nel punto vendita abilitati: il canone annuo è di 5 euro e il costo di ricarica presso i punti vendita SisalPay di 1,50 euro. Non richiede un conto corrente bancario e basta presentare presentare un documento d’identità, il codice fiscale e avendo con sé lo smartphone ed è è ricaricabile da un importo minimo di 5 euro, in contanti e con bancomat, su tutti i punti SisalPay o tramite bonifico. Consente acquisti on line, bonifici, pagamento negli esercizi commerciali, prelievo da Atm/Bancomat nazionali ed esteri, utilizzo negli esercizi commerciali convenzionati Mastercard. La carta è dotata del protocollo di sicurezza 3D Secure e ogni ogni operazione è tracciata e consultabile dall’home banking integrato sul sito sisalpay.it in modo da tenere sotto controllo le proprie spese monitorando le transazioni effettuate, verificare in tempo reale il saldo, gestire limiti e l’operatività. E sulla sicurezza del suo uso pone l’accento Francesco Maldari: “La nostra carta offre le più avanzate caratteristiche si sicurezza disponibili e si possono impostare, utilizzando il sito web, una serie di limitazioni in base alle esigenze di chi la utilizza. Abbiamo anche tenuto conto, in base alla normativa anche per l’anti-riciclaggio”.

Tra i prodotti più recenti introdotti dal SisalPay, sono da segnalare EasyCassa, l’innovativa soluzione pensata per lo small retail, per gestire con facilità le attività instore e accettare velocemente tutti i pagamenti. Nato dal lavoro di un team di giovani con competenze eterogenee, il terminale di cassa è adatto a diversi ambiti commerciali ed integra servizi innovativi e sistemi di pagamento come Bill, il portafogli digitale per smartphone lanciato nel 2018 che semplifica i pagamenti di tutti i giorni e permette di trasferire denaro con i propri contatti con un click senza costi per i consumatori e un modello tariffario per l’esercente semplice e a costi più convenienti dei tradizionali strumenti cashless.

Innovazione al centro delle strategie anche supportando iniziative come il primo acceleratore per start up fintech Magic Wand, insieme a “Digital Magics” o la collaborazione con Talent Garden Digital360 e lo sviluppo di studi e ricerche con le università e centri di ricerca italiani come Politecnico di Milano e Bocconi. SisalPay ha recentemente annunciato l’ingresso al 30% nel capitale di myCicero, la piattaforma digitale leader in Italia nel mobility e parking ticketing, attraverso un investimento di 3,5 milioni di euro.

SisalPay, 10 anni di crescita nei pagamenti digitali in Italia e una nuova carta prepagata

SisalPay, 10 anni di crescita nei pagamenti digitali in Italia e una nuova carta prepagata

Source: il giornale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *